Combatti l’onicomicosi

L’onicomicosi, conosciuta anche come micosi delle unghie, è una patologia che colpisce le unghie di piedi e mani.

I funghi che la causano vivono e proliferano in ambienti umidi e caldi; proprio per questo l’onicomicosi è più frequente nei piedi che per molte ore al giorno rimangono al chiuso, coperti spesso da calzini sintetici, dove i funghi trovano il loro ambiente ideale e penetrano nei tessuti dell’unghia che così infettata si ammala.

Altri fattori che concorrono a favorire la micosi dell’unghia sono:

  • psoriasi,
  • sudorazione eccessiva,
  • lesioni cutanee
  • e disturbi circolatori.

L’unghia colpita da onicomicosi, in particolare nella sua estremità, tende a cambiare il proprio colore originario, sfumando generalmente dal bianco al giallino, spesso possono comparire delle macchie di diverso colore, come il marrone, il verde e anche il nero. Se il fungo si spinge in profondità, le unghie possono diventare più spesse, oppure sgretolarsi lateralmente, provocando dolore.

Grazie ai progressi ottenuti dalla ricerca farmacologica, oggi in commercio si trovano smalti antimicotici i quali grazie ai i principi attivi tioconazolo o amorolfina sono in grado di contrastare efficacemente i funghi che causano la micosi dell’unghia. In particolare il secondo principio è riconosciuto come il migliore per praticità, infatti basta una sola applicazione a settimana per “tenere testa” a questa antipaticissima patologia.

Data la caratteristica dell’infezione, il trattamento dura dai 6 ai 12 mesi a seconda della gravità e talvolta potrebbe non risolvere la situazione se l’onicomicosi è troppo diffusa. Nei casi più gravi è opportuno, dietro prescrizione medica attuare una terapia sistemica antimicotica.

E’ bene ricordare che è di fondamentale importanza agire subito per contrastare l’infestazione micotica e impedire che questa possa trasmettersi ai tessuti più profondi.

© Farmacia Clemente